Assumersi le proprie responsabilità

Una caratteristica comune dei leader, è il fatto di agire partendo dalla convinzione di creare il proprio mondo.
I leader hanno la tendenza a credere che qualsiasi cosa accada, buona o cattiva che sia, ne sono stati loro i creatori. Se non l'hanno causata con azioni fisiche, forse l'hanno prodotta con il livello dei loro pensieri.
Quindi noi generiamo le nostre esperienze esistenziali, sia con il comportamento, che con il pensiero, e che possiamo imparare qualcosa da tutti.
Se non credete che il vostro mondo è una vostra creazione, si tratti di successi o di esperienze negative, vuol dire che vivete vittime delle circostanze. E se fosse davvero così, sorge spontanea una domanda: Cosa ci stiamo a fare qui?
Se dobbiamo farci gestire la vita dagli altri o dalle circostanze, qual'è la nostra missione? Siamo nati per essere spettatori incapaci di programmare la nostra esistenza?....No di certo!
Uno dei migliori metri di misura del potere e della maturità di una persona, è quella di assumersi le proprie responsabilità.
Se non credete nel fallimento, se sapete che otterrete il risultato sperato, non avete nulla da perdere, e anzi tutto da guadagnare assumendovene le responsabilità.
Vuol dire che avete il controllo della situazione, che ce la farete!
Spesso si commette l'errore di attribuire agli altri responsabilità e colpe proprie; ma la nostra comunicazione, il comportamento, il tono di voce, e la nostra mimica facciale, riflettono in tutto ciò che ci circonda. E' lo specchio dove riflette la nostra vita, noi stessi.
Assumendosi le proprie responsabilità, si conserva il potere di cambiare il risultato che si produce, portando il successo a riflettere nella nostra esistenza.

Fabrizio - Benessere Mentale


 

4 Responses to “Assumersi le proprie responsabilità”

Andrea ha detto...

Sono d'accordo con lei, molte volte nella mia goffa vita, ho attribuito agli altri le mie sfortune. Fin dall'adolescenza quando mi prendevano pesantemente in mezzo, io ero straconvinto di essere la vittima, quando adesso da adulto mi son reso conto che la colpa era bilaterale. Loro mi rompevano le scatole, perchè ero io che mi mettevo nelle condizioni di farmele rompere e che il mio orgoglio e l'odio mi impedivano di vedere la verità. Il problema è che dando sempre la colpa agli altri, non si esce dal pantano. D'accordo a sto mondo ci sono gli infami, ma se noi ci comportiamo da svegli anche loro stanno attenti a essere invadenti, ma se li diamo la sponda è ovvio che loro se ne approfittano. Bisogna ammettere i propri errori per migliorarsi. Saluti.

Fabrizio Sammarco ha detto...

Ciao Andrea, la definizione dell'assumersi le proprie responsabilità, non potevi darla in modo migliore, per cui ti faccio i miei complimenti. E ritengo anche che riconoscere e ripartire dai propri errori sia ammirevole, per cui un doppio bravo per la tua schiettezza e sincerità. A presto!

Andrea ha detto...

Qualche giorno fa ho ricontattato un mio vecchio collega di lavoro con il quale ho avuto delle incomprensioni, lui in passato mi mancava di rispetto e io pure a modo mio e con i miei mezzi e lui con i suoi. Ho usato Facebook per spedirgli una email, ovvero il mezzo ufficiale per ritrovare vecchie conoscenze. Nella mia email ho semplicemente ammesso le mie responsabilità di quel periodo, facendo comunque presente che anche lui non era un santo. Quel ragazzo non ha risposto alla mia email, ma io non l'ho spedita per avere un grazie, ma perchè la mia coscienza mi ha suggerito di liberarmi in questo modo. Le reazioni degli altri non mi riguardano, quello che conta è il mio modo di pormi, gli altri vivono secondo le loro regole, che comunque non mi appartengono e di cui non sono responsabile. Ma l'ammissione di responsabilità, per me è sinonimo di coraggio e umiltà che non tutti hanno. Saluti.

Fabrizio Sammarco ha detto...

Ciao Andrea, sono COMPLETAMENTE daccordo con te. ME STESSO! Ecco cosa è piu' importante! Tanti non lo capiranno, ma non importa, quando stiamo bene con noi stessi siamo al massimo livello di consapevolezza! Un abbraccio.

Posta un commento

CREA IL TUO CONTO ONLINE FACILE, CONVENIENTE, SICURO E GRATIS:

Effettua la registrazione a PayPal e inizia subito ad accettare pagamenti con carta di credito.

IL VIDEO DELLA SETTIMANA